01/2017 CIRCONCISIONE RITUALE


Direzione Sanità
Servizio Assistenza Sanitaria e Socio Sanitaria Territoriale

In relazione agli interventi a cura del SSR relativi alla circoncisione, si porta all’attenzione delle SSLL quanto segue:

 

In data 20 marzo 2006, con propria deliberazione n. 39-2418, la Giunta Regionale del Piemonte ha approvato, a carattere sperimentale presso il Presidio Ospedaliero Regina Margherita di Torino, le modalità per l’effettuazione a carico del SSR degli interventi di circoncisione rituale, sia in regime di day hospital che a carattere degenziale.
A fine sperimentazione, con DGR 2.11.2009 n. 49-12479 di aggiornamento del nomenclatore tariffario regionale di specialistica ambulatoriale, si è provveduto all’inserimento di tale intervento nelle attività ospedaliere ordinarie, con compartecipazione alla spesa (intervento previsto in regime ambulatoriale ma anche di ricovero).
Nelle successive revisioni del nomenclatore sopra richiamato, non sono intervenute variazioni in argomento alle prestazioni in oggetto.
Si chiede pertanto alle SSLL, nell’ambito delle modalità organizzative che nella propria autonomia ogni Azienda vorrà darsi, nonché nel rispetto del principio generale, giuridico e deontologico, del diritto dei sanitari all’obiezione di coscienza, di voler assicurare, a richiesta degli interessati, l’effettuazione degli interventi in argomento, nel rispetto, per quanto possibile, delle tradizioni delle persone che praticano la circoncisione come percezione di salute, oltre che di motivazioni diverse, ma non meno importanti, soprattutto in ragione degli esiti nefasti dell’effettuazione di tali pratiche in ambiente non sanitario.

Si ringrazia per l’attenzione e si prega di voler assicurare massima diffusione per notizia a tutti gli interessati.

Il Dirigente del Settore
Dr. Vittorio Demicheli

Torino, 28 giugno 2016

Torna Indietro    Torna alla Home