10/2018 ENPAM - SECONDA RATA PER I PAGAMENTI DEI RISCATTI

Graziella Reposi

 

SCADENZA 31 DICEMBRE 2018

Al termine del secondo semestre dell’anno, scade la seconda rata per il pagamento dei contributi dei vari Fondi ENPAM prevista per il 31 dicembre.

Per il versamento è necessario utilizzare il MAV che sarà inviato dalla Banca Popolare di Sondrio.

Coloro che fossero registrati al sito www.enpam.it possono stampare il MAV personalizzato direttamente dalla propria area riservata.

Chi non fosse iscritto al sito o avesse smarrito il MAV, dovrà telefonare alla Banca Popolare di Sondrio al numero verde 800.24.84.64, comunicando agli addetti della Banca l’indirizzo di posta elettronica, onde ricevere copia del bollettino anche per email evitando i tempi di attesa della spedizione postale.

 

DOMANDA PER I RISCATTI

Chi fosse interessato ad effettuare un riscatto, può fare domanda direttamente in modalità online dalla propria area riservata, oppure chiedermi l’apposita modulistica. Tale domanda non è vincolante: una volta ricevuta la proposta dagli Uffici ENPAM, del costo per il riscatto richiesto  l’eventuale accettazione deve essere comunicata da parte dall’interessato all’Ente entro 120 giorni.

REQUISITI

Può chiedere il riscatto l’iscritto che

  • Non ha compiuto l’età per la pensione al momento in cui presenta la domanda;
  • Ha maturato un’anzianità contributiva al Fondo interessato non inferiore a 10 anni;
  • E’ in regola con il pagamento di altri riscatti in corso;
  • Non ha fatto domanda di pensione d’invalidità permanente;
  • Non ha rinunciato da meno di 2 anni allo stesso riscatto.

PERIODI RISCATTABILI

Il riscatto può essere totale o parziale, si può cioè scegliere di riscattare tutto il periodo previsto o solo una parte. Si possono riscattare:

  • Il corso legale del diploma di laurea (non gli anni fuori corso);
  • Il corso di specializzazione (solo per determinati Fondi);
  • Il corso di formazione in medicina generale;
  • Il servizio militare o civile;
  • Il periodo precontributivo compreso tra l’iscrizione all’Albo professionale e il 1° gennaio 1990, per i medici chirurghi, oppure il 1° gennaio 1995, per i laureati in Odontoiatria;
  • I periodi precontributivi (in cui non risultano contributi versati dalle ASL; ormai è un’eventualità molto rara);
  • I periodi di sospensione dell’attività convenzionata;
  • I periodi liquidati (periodi contributivi relativi a precedenti rapporti professionali svolti in regime di convenzione per i quali l’Enpam ha restituito i contributi).

MODALITA' DI PAGAMENTO

Si può pagare:

  • in unica soluzione con bollettino Mav il mese successivo a quello in cui è stata registrata l’accettazione;
  • in rate semestrali, nei mesi di giugno e dicembre di ciascun anno con bollettini Mav spediti per posta dalla Banca Popolare di Sondrio. I versamenti sono maggiorati dell’interesse legale in vigore al momento (tasso variabile).

I versamenti rateali possono essere sospesi in qualsiasi momento fino a un massimo di due anni dalla scadenza dell’ultima rata pagata. è sempre comunque possibile mettersi in regola con il debito pregresso o decidere di interrompere definitivamente i pagamenti. In quest’ultimo caso il beneficio sulla pensione sarà limitato alle somme versate (fa eccezione il riscatto dei periodi liquidati).

E' possibile riscattare su:

  • Fondo di Previdenza Generale
  • Fondo dei Medici di Medicina Generale (comprensivo di MMG, Pediatri, C.A.)
  • Fondo degli Specialisti Ambulatoriali (compresa Medicina dei servizi)
  • Fondo degli Specialisti Esterni

Sono disponibile comunque a fornire indicazioni al riguardo, previo appuntamento, fornendo la modulistica adeguata.

Torna Indietro    Torna alla Home