12/2018 EMENDAMENTO SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA PER I PROFESSIONISTI

Con un emendamento al Decreto fiscale, Medici, Farmacisti ed altri operatori e strutture sanitarie sono esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica nell’anno 2019.

La decisione è stata presa dopo le osservazioni del Garante della Privacy su possibili problemi di sicurezza nel sistema di interscambio dell’Agenzia delle Entrate e sulle loro conseguenze legali.

Per il 2019 sono quindi esclusi dall’obbligo di fatturazione elettronica gli operatori sanitari e le partite Iva che hanno aderito al regime forfettario (sotto i 65mila euro) e le società sportive dilettantistiche. Lo ha deciso la Commissione Finanze al Senato.

 

La proposta di modifica è riferita ai soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria ai sensi del Dlgs 175/2014.

In particolare, con l’approvazione dell’emendamento, la Commissione in sede referente propone l’introduzione di un nuovo articolo in materia di fatturazione elettronica per gli operatori sanitari, prevedendo l’esonero dall’obbligo di fatturazione elettronica – per il periodo d’imposta 2019 – per i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria.

La norma dovrebbe applicarsi quindi ai seguenti soggetti:

  • le aziende sanitarie locali,
  • le aziende ospedaliere,
  • gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico,
  • i policlinici universitari,
  • le farmacie, pubbliche e private,
  • i presidi di specialistica ambulatoriale,
  • le strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa,
  • gli altri presidi e strutture accreditati per l’erogazione dei servizi sanitari,
  • gli iscritti all’Albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri.
Torna Indietro    Torna alla Home