09/2019 LE SOCIETA' ODONTOIATRICHE DEVONO VERSARE LO 0,5% ALL'ENPAM - QUOTA B - QUALE CONTRIBUTO INTEGRATIVO PREVIDENZIALE

Scadenza 30 settembre 2019

Graziella Reposi

La legge di bilancio 2018 ha stabilito la disposizione secondo cui tutte le prestazioni effettuate dalle Società e quindi tutti gli introiti percepiti esercitando la professione, devono prevedere un contributo integrativo previdenziale.

 

Il contributo dello 0,5% calcolato su tali redditi percepiti nell’anno  precedente, deve essere versato alla gestione previdenziale dei Liberi Professionisti. Nel nostro caso all’ENPAM - Quota B.

Per l’ENPAM destinataria di tale disposizione sono per ora le società odontoiatriche chiamate a contribuire per incrementare le entrate della gestione Quota B (libera professione) del Fondo di Previdenza Generale.

L’ENPAM sta iniziando ad inviare a tutte le Società Odontoiatriche del territorio italiano, suddividendo le comunicazioni in base alle varie Regioni le comunicazioni a mezzo pec o raccomandata. A breve perverranno alle società della Campania, Piemonte, Sicilia, Puglia, Lombardia, Lazio e Veneto.

La scadenza per dichiarare il fatturato (riferito al 2018) è fissata al 30 settembre.

La dichiarazione va fatta direttamente sul sito dell’ENPAM, accedendo all’area riservata alle società.

Per le società che pagano dopo il 30 settembre o non fanno la dichiarazione sono previste sanzioni.

Torna Indietro    Torna alla Home