11/2020 ENPAM - COME PAGARE I CONTRIBUTI

Graziella Reposi

Ricordo che per la Quota A del 2020 e la quarta e quinta rata della Quota B del 2019 (reddito 2018) è possibile versare entro il 2020 (opzione breve) oppure fino al 2022 (opzione lunga).

OPZIONE BREVE

Sono stati pubblicati nell'area riservata dell'ENPAM i duplicati dei bollettini MAV per il pagamento della Quota A 2020. La prima scadenza per il versamento è il 30 novembre.

MODALITA' DI PAGAMENTO

Utilizzando il codice Mav presente nel bollettino è possibile pagare anche online attraverso i servizi di home banking della propria banca oppure con il servizio "Scrigno pago facile" disponibile nel sito della Banca Popolare di Sondrio.

 Un'altra modalità che permette di dilazionare la somma fino a 30 rate, è quella del pagamento con la carta di credito Enpam - Banca Popolare di Sondrio, passando direttamente dalla propria area riservata.

In questi giorni gli iscritti stanno ricevendo a casa anche i bollettini Mav precompilati inviati per posta. Con questi è possibile pagare in qualsiasi banca e alla posta, oltre che nei modi sopra indicati.

Per chi invece aveva scelto la domiciliazione bancaria, a fine mese troverà addebitato l'intero importo o la prima delle due rate nel caso di pagamento in più soluzioni. La seconda rata sarà addebitata il 31 dicembre.

 

 

OPZIONE LUNGA (PER CHI HA FATTO DOMANDA ENTRO IL 15 OTTOBRE SCORSO)

Per l'opzione lunga era possibile chiedere una proroga ulteriore e suddividere le somme da versare fino al 2022. La domanda doveva essere presentata entro il 15 ottobre scorso.

Chi poteva chiedere l'ulteriore rinvio "lungo"
I medici e gli odontoiatri che:

 

  • a marzo 2020 avevano subito una diminuzione del fatturato di almeno il 33 per cento rispetto a marzo 2019;

oppure

  • si erano iscritti all'ENPAM dopo il 31 marzo 2019.

SCHEMA DELLE RATE DELL'OPZIONE "LUNGA"
Quota A 2020
Metà della contribuzione entro la fine del 2020 (importi deducibili dal reddito del 2020, scadenza fiscale 2021):

  • 25% entro il 30 novembre 2020
  • 25% entro il 31 dicembre 2020

 La parte che resta così suddivisa:

  • 25% nel 2021, l'importo verrà spalmato sulla contribuzione di Quota A del 2021 (importi deducibili dal reddito del 2021, scadenza fiscale nel 2022)
  • 25% nel 2022 insieme alla Quota A del 2022 (importi deducibili dal reddito 2022, scadenza fiscale 2023)

Quota B 
Metà della contribuzione entro la fine del 2020 
(importi deducibili dal reddito del 2020, scadenza fiscale 2021):

  • 25% entro il 30 novembre 2020;
  • 25% entro il 31 dicembre 2020

La parte che resta così suddivisa:

  • 25% entro il 30 giugno 2021 (deducibile dal reddito del 2021, Modello D 2022);
  • 25% entro il 30 giugno 2022 (deducibile dal reddito del 2022,  Modello D 2023)

PER IL RINVIO LUNGO DEI PAGAMENTI
Le scadenze sono uguali 30 novembre e 31 dicembre, ma gli importi sono diversi. Sia per chi utilizza i bollettini Mav, sia per chi ha l'addebito diretto, ciascuna rata corrisponde al 25 per cento dell'intera somma.
Anche in questo caso i bollettini Mav sono già disponibili nell'area riservata, ma verranno anche recapitati per posta.

Torna Indietro    Torna alla Home