07/2017 BORSA DI STUDIO IN MEMORIA DEL DOTT. RINO PIZZETTI - Stralcio dalla Assemblea Annuale del 07.05.2017

PREMIAZIONE BORSA DI STUDIO “Dott. RINO PIZZETTI”

Anni fa, con l’istituzione della borsa di studio in memoria del Dott. Rino Pizzetti, nostro Presidente Onorario a cui sono intitolati la nostra sede ed il giardino antistante la stessa, valente pediatra della comunità alessandrina mancato il 12 ottobre 1994, l’Ordine assunse tale decisione non solo per onorare una splendida figura della sanità “mandrogna” ma anche per dimostrare ai giovani Colleghi l’attenzione particolare che ogni anno l’Ordine dedica alla propria componente più giovane.

La Commissione che presiedo dopo aver esaminato i numerosi elaborati pervenuti, ha scelto come miglior lavoro per il premio 2017, quello presentato  dal Dott. Alessandro FARAGLI dal titolo “Arrhythmogenic Right Ventricular Cardiomyopathy: Clinical Course and Predictors of Arrhythmic Risk”.

Al secondo posto si è classificato il Dott. Francesco BALBI  con il lavoro “Sindrome obesità-ipoventilazione: dalle basi fisiopatologiche alla scelta della modalità di ventilazione”, mentre al terzo, a pari merito, il Dott. Nicholas BOZZA con il lavoro “Osas in età pediatrica: il valore predittivo del questionario di Brouillette nella diagnosi della sindrome delle apnee notturne” e la Dott.ssa Giulia FERRARAZZO (vincitrice dello scorso anno) con il lavoro “La 64CuCl2 PET/TC e la fusione 64CuCl2 PET/RM nella valutazione della recidiva del carcinoma della prostata. Confronto con 18F-colina PET/TC, fusione 18F-colina PET/RM e RM multiparametrica”.

Nel consegnare al Dott. Alessandro FARAGLI il primo premio di € 1.700,00, porgo le più vive felicitazioni ai primi classificati, esprimendo un vivo plauso ed encomio a tutti i partecipanti per i loro brillanti lavori.

Di questo compianto Collega ricordiamo con gratitudine l’esemplare storia e la straordinaria grandezza accompagnata da un’altrettanto non comune modestia ed il suo impegno professionale, la passione e la serietà con la quale ha onorato la nostra professione con la fedeltà a quei principi etici e deontologici che devono sempre orientare l’agire di ogni medico.

 

Torna Indietro    Torna alla Home