06/2016 COMUNICAZIONE URGENTE PER MEDICI CERTIFICATORI

Elenco patologie ANFFAS

Il Decreto Ministero del Tesoro del 9 novembre 1990 aveva previsto l'obbligo per i medici certificatori di riportare la dizione relativa alla presenza o assenza della condizione di «Persona impossibilitata a deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore» oppure di «Persona che necessita di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita». Dopo le ultime implementazioni informatiche, la mancata biffatura della casella sul certificato medico introduttivo relativa ad almeno una delle precedenti situazioni impedisce alla Commissione medica ASL il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento anche nei casi in cui il requisito sanitario è comprovato. Per evitare che il cittadino debba rivolgersi nuovamente al medico di famiglia per richiedere un certificato integrativo, che il medico deve a sua volta ritrasmettere telematicamente ad INPS, sarebbe opportuno segnalare a tutti i medici certificatori, tramite l’Ordine e le associazioni sindacali di categoria, la necessità che all’atto del rilascio del certificato medico introduttivo, laddove il cittadino intenda chiedere anche l'indennità di accompagnamento, verifichino di avere barrato almeno una delle caselle relative al requisito di «Persona impossibilitata a deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore» oppure di «Persona che necessita di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita». Tutto ciò semplificherà la vita ai cittadini ... ed ai medici stessi.

 

Con l’occasione si segnalano altre disposizioni recenti dell’INPS in materia di invalidità civile.

Indicazione delle patologie di competenza di Anffas Onlus: Nel certificato medico elettronico introduttivo è stato inserito il campo in cui viene indicata l’eventuale presenza di una patologia di competenza di Anffas Onlus. Con questa segnalazione si evidenziano le posizioni rispetto alle quali i medici Anffas Onlus possono partecipare alle commissioni di accertamento in qualità di medici rappresentanti dei cittadini con disabilità intellettiva e/o relazionale. Il certificato medico introduttivo viene pertanto integrato dalla dizione: “patologia di competenza ANFFAS", accanto alla quale il medico certificatore deve obbligatoriamente e alternativamente evidenziare o una casella "SI" oppure una casella "NO". Per agevolare tale valutazione è previsto un link all’elenco delle patologie in parola, immediatamente consultabile dallo stesso medico (di seguito l’elenco aggiornato di tali patologie).

Certificato medico integrativo: Oltre che per inserire/integrare(rettificare le dizioni di legge, il certificato integrativo può essere trasmesso per attestare l'intrasportabilità e richiedere quindi la visita domiciliare, sostituendo il certificato finora in uso (mod. D), ove naturalmente tale richiesta non sia stata già fatta con il certificato introduttivo.
Ricordo che tale certificato integrativo è "semplificato", in quanto prevede soltanto i dati relativi alla diagnosi e alla condizione di intrasportabilità che giustifica la richiesta di visita domiciliare.

Indicazione della tipologia "sordocecità" Legge 24 giugno 2010, n. 107: Nel certificato medico introduttivo è stata aggiunta la possibilità di segnalare la condizione di “sordocecità” ai sensi della legge 24 giugno 2010, n. 107.

Stampa certificato medico oncologico: È stata modificata la stampa del certificato medico oncologico: la sezione “Rischio presumibile di ripresa / progressione di malattia” è stata esclusa dalla stampa del certificato.

Avviso: Per chiamare Il Contact Center lnps/lnail è attivo Il numero 803164 gratuito da rete fissa o Il numero 06164164 da telefonia mobile, a pagamento secondo la tariffa prevista dal proprio gestore telefonico.

I medici nominati da Anffas Onlus, quali rappresentanti di categoria delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale a tal fine presenti nelle Commissioni per l’accertamento dell’invalidità civile, dello stato di handicap e della disabilità tutelano, in base alla normativa e prassi amministrativa vigente, le persone con tale disabilità di ogni età.

La disabilità intellettiva rimanda ad un’incapacità nel perseguire obiettivi che hanno a che fare con l’intelligenza ed in particolare con i processi logico-deduttivi che permettono l’apprendimento di nuove nozioni.
La disabilità relazionale rimanda ad un’incapacità di comunicare, di coltivare rapporti di reciprocità che determinano  compromissione dei rapporti interpersonali, emarginazione o esclusione dal contesto sociale.
Sono pertanto tutelate da Anffas Onlus tutte le condizioni di cui sopra ivi comprese tutte quelle che alterano le funzioni e/o la struttura del sistema nervoso centrale che determinano una condizione cronica scarsamente suscettibili alle cure mediche.
Non sono di converso tutelate da Anffas Onlus le condizioni le malattie neurodegenerative e quelle secondarie (ad es. epilessia post traumatica).
La classificazione che segue risponde ai criteri sopraindicati.

3. MALATTIE ENDOCRINE, NUTRIZIONALI, METABOLICHE E DISTURBI IMMUNITARI (240-279)

270 Malattie del metabolismo e del trasporto degli aminoacidi
       270.0 Malattie del trasporto degli aminoacidi
                 Malattia di Hartnup
       270.1 Fenilchetonuria
                Iperfenilalaninemia

5. DISTURBI PSICHICI (290-319)

299      Psicosi con origine specifica dell’infanzia
           Incl.:    disturbi pervasivi dello sviluppo
           299.0   Autismo infantile
                      Autismo infantile - Psicosi infantile - Sindrome di Kanner
                      299.00 Autismo infantile, stato attivo
                      299.01 Autismo infantile, stato residuale
           299.1   Psicosi disintegrativa
                      Sindrome di Heller
                      299.10 Psicosi disintegrativa, stato attivo
                      299.11 Psicosi disintegrativa, stato residuale 
           299.8   Altre psicosi specifiche della prima infanzia
                      Psicosi atipica dell’infanzia - Psicosi borderline dell’infanzia
                      299.80 Altre psicosi specifiche della prima infanzia, stato attivo
                      299.81 Altre psicosi specifiche della prima infanzia, stato residuale
           299.9   Psicosi non specificata
                      Psicosi infantile SAI - Schizofrenia, tipo infantile SAI - Sindrome schizofrenica dell’infanzia SAI
                      299.90 Psicosi non specificata, stato attivo
                      299.91 Psicosi non specificata, stato residuale

DISTURBI NEVROTICI E DELLA PERSONALITA’ E ALTRI DISTURBI PSICHICI NON PSICOTICI (300-316)
                      307.21 Disturbo a tipo tic transitorio dell’infanzia
                      307.23 Sindrome di Gilles de la Tourette
                                 Disturbo da tics motori e verbali
            312.8 Altri disturbi specifici della condotta, non classificati altrove         
                      312.81 Disturbo della condotta, con esordio nell’infanzia
                      312.82 Disturbo della condotta, con esordio nell’adolescenza
                      312.89 Altri disturbi della condotta
           312.9   Disturbo della condotta non specificato
                      Delinquenza (giovanile)

313      Disturbo delle emozioni specifico dell’infanzia e dell’adolescenza
           313.0   Disturbo iperansioso
                      Ansia e paura dell’infanzia e dell’adolescenza
                      Disturbo iperansioso dell’infanzia e dell’adolescenza
           313.1   Disturbo con sensazioni di tristezza e di infelicità
           313.2   Ipersensibilità, timidezza e isolamento sociale
                      313.21 Timidezza dell’infanzia
                                 Reazione da ipersensibilità dell’infanzia o dell’adolescenza
                      313.22 Introversione dell’infanzia 
                                 Isolamento sociale dell’infanzia o dell’adolescenza
                                 Reazione di isolamento dell’infanzia o dell’adolescenza
                      313.23 Mutismo elettivo
           313.3   Problemi relazionali
                      Gelosia tra fratelli
           313.8   Disturbi delle emozioni di altro tipo e misti dell’infanzia o dell’adolescenza
                      313.81 Disturbo oppositivo
                      313.82 Disturbo dell’identità
                      313.83 Disturbo da scarso rendimento scolastico
                      313.89 Altro disturbo
           313.9   Disturbi delle emozioni non specifici dell’infanzia o dell’adolescenza

314      Sindrome ipercinetica dell’infanzia
           314.0   Disturbo da deficit dell’attenzione
                      314.00 Senza iperattività riferita
                                 Tipo con predominanza della disattenzione
                      314.01 Con iperattività
                                 Disturbo semplice dell’attenzione con iperattività
                                 Iperattività SAI
                                 Tipo combinato
                                 Tipo prevalentemente iperattivo/impulsivo
           314.1   Ipercinesia con ritardo dello sviluppo
                      Disturbo dello sviluppo con ipercinesia
                      (Utilizzare un codice aggiuntivo per identificare ogni disturbo neurologico associato)
           314.2   Disturbo ipercinetico della condotta
                      Disturbo ipercinetico della condotta senza ritardo dello sviluppo
           314.8   Altre manifestazioni specificate della sindrome ipercinetica
           314.9   Sindrome ipercinetica non specificata
                      Reazione ipercinetica dell’infanzia o dell’adolescenza SAI
                      Sindrome ipercinetica SAI

315      Ritardi specifici dello sviluppo
           315.0   Disturbo specifico della lettura
                      315.00 Disturbo della lettura, non specificato
                      315.01 Alessia
                      315.09 Altri disturbi
                      Disturbo specifico della compitazione
           315.1   Disturbo specifico delle abilità aritmetiche
                      Discalculia
           315.2   Altre difficoltà specifiche dell’apprendimento
           315.3   Disturbi evolutivi dell’eloquio o del linguaggio
                      315.31 Disturbo evolutivo del linguaggio
                                 Afasia dello sviluppo
                                 Disturbo del linguaggio espressivo
                                 Sordità verbale
                      315.32 Disturbo (misto) della comprensione del linguaggio
                                 Disturbo del linguaggio espressivo e della comprensione
                      315.39 Altri disturbi
                                 Disturbo evolutivo dell’articolazione
                                 Dislalia
            315.4   Disturbo della coordinazione motoria
                       Disturbo specifico dello sviluppo motorio
                       Sindrome di disprassia
                       Sindrome di goffagine
            315.5   Disturbi misti dello sviluppo
            315.8   Altri ritardi specificati dello sviluppo
            315.9   Ritardo non specificato dello sviluppo
                       Disturbo dello sviluppo SAI

RITARDO MENTALE (317-319 )
           (Utilizzare codici aggiuntivi per identificare ogni disturbo psichico od organico associato)
317      Ritardo mentale lieve
           Deficienza di alto grado
           Q.I. 50-70
           Subnormalità mentale lieve
318      Altri ritardi mentali specificati
           318.0   Ritardo mentale di  media gravità
                      Q.I. 35-49
                      Subnormalità mentale moderata
           318.1   Ritardo mentale grave
                      Q.I. 20-34
                      Subnormalità mentale grave
           318.2   Ritardo mentale profondo
                      Q.I. < 20
                      Subnormalità mentale profonda
319      Ritardo mentale non specificato
           Deficienza mentale SAI
           Subnormalità mentale SAI

6. MALATTIE DEL SISTEMA NERVOSO E DEGLI ORGANI DEI SENSI (320-389)
MALATTIE EREDITARIE E DEGENERATIVE DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE (330-337)
330      Degenerazioni cerebrali che si manifestano abitualmente nell’infanzia
           (Utilizzare codici aggiuntivi per identificare ritardo mentale associato)
           330.0   Leucodistrofia
           330.1   Lipidosi cerebrali
           330.2   Degenerazioni cerebrali in lipidosi generalizzata
           330.3   Degenerazione cerebrale dell’infanzia in altre malattie classificate altrove
           330.8   Altre degenerazioni specificate cerebrali dell’infanzia
           330.9   Degenerazioni cerebrali dell’infanzia non specificate
334      Malattie spinocerebellari
335      Malattie delle cellule delle corna anteriori
           335.0   Malattia di Werdnig-Hoffmann
                      Atrofia muscolare progressiva infantile
                      Atrofia muscolo spinale infantile
           335.1   Atrofia muscolare spinale
                      335.10 Atrofia muscolare spinale, non specificata
                      335.11 Malattia di Kugelberg-Welander
                                 Atrofia muscolare spinale: ereditaria, giovanile
ALTRI DISTURBI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE (340-349)
343      Paralisi cerebrale infantile
           343.0   Diplegia congenita
           343.1   Emiplegia congenita
           
343.2   Quadriplegia congenita
                      Tetraplegia
           343.3   Monoplegia congenita
           343.4   Emiplegia infantile
                      Emiplegia infantile (post-natale) SAI
           343.8   Altre specificate paralisi cerebrali infantili
           343.9   Paralisi cerebrale infantile, non specificata
                      Paralisi cerebrale SAI
345      Epilessie
           345.0   Epilessia generalizzata non convulsiva
           345.1   Epilessia generalizzata convulsiva
           345.4   Epilessia parziale, con alterazione della coscienza
           345.5   Epilessia parziale, senza menzione di alterazione della coscienza
           345.6   Spasmi infantili
           345.7   Epilessia parziale continua

14. MALFORMAZIONI CONGENITE (740-759)
740      Anencefalia e anomalie simili
           740.0   Anencefalia
                      Acrania, Amielencefalo, Emianencefalia, Emicefalia
           740.1   Craniorachischisi
           740.2   Iniencefalia
741      Spina bifida
           741.0   Con idrocefalo
                      Malformazione di Chiari, tipo II
                      Sindrome di Arnold-Chiari, tipo II
                      Qualunque condizione classificabile al 741.9 con qualunque condizione classificabile al 742.3
           741.9   Senza menzione di idrocefalo      
742      Altre anomalie congenite del sistema nervoso
            742.0   Encefalocele
            742.1   Microcefalia
            742.2   Deformità  congenite con riduzione del cervello
            742.3   Idrocefalo congenito
            742.4   Altre anomalie cerebrali specificate
            742.5   Altre anomalie del midollo spinale specificate
                       742.51 Diastematomielia
                       742.53 Idromielia
                                  Idrorachide
                       742.59 Altro
                                  Amielia, Anomalia congenita delle meningi spinali, Atelomielia, Ipoplasia del midollo spinale, Mielatelia,                                           Mielodisplasia, Sviluppo difettoso della cauda equina
758      Anomalie cromosomiche
           Incl.: sindromi associate con anomalie nel numero e nella struttura dei cromosomi
           758.0   Sindrome di Down
           758.1   Sindrome di Patau
                      Trisomia: 13
           758.2   Sindrome di Edward
                      Trisomia: 18
           758.3   Sindromi da delezione autosomica
                      Sindrome da antimongolismo
                      Sindrome del Cri-du-chat
           758.6   Disgenesia gonadica
                      Disgenesia dell’ovaio
                      Sindrome di Turner
                      Sindrome di XO
           758.7   Sindrome di Klinefelter
                      Sindrome XXY
           758.9   Condizioni dovute ad anomalie di cromosomi non specificati

15. ALCUNE CONDIZIONI MORBOSE DI ORIGINE PERINATALE (760-779)
CAUSE MATERNE DI MORBILITA’ E MORTALITA’ PERINATALE (760-763)
            760.7 Malattie del feto o del neonato dovute a sostanze nocive passate attraverso la placenta o il latte materno
761      Feto o neonato affetto da complicazioni materne della gravidanza
762      Feto o neonato affetto da complicazioni della placenta, del cordone ombelicale e delle membrane
763      Feto o neonato affetto da altre complicazioni del travaglio e del parto
ALTRE CONDIZIONI ORIGINATE NEL PERIODO NEONATALE (764-779)
764      Ritardo di crescita fetale e malnutrizione fetale
           764.0   Neonato di basso peso per l’età gestazionale senza menzione di malnutrizione fetale
                      Bambini sottopeso per l’età gestazionale
                      “Piccoli per l’età"
           764.1   Neonato di basso peso per l’età gestazionale, con segni di malnutrizione fetale
                      Neonati classificabili in 764.0, che in aggiunta mostrano segni di malnutrizione fetale, come pelle sottile e secca o                           scarso tessuto sottocutaneo
           764.2   Malnutrizione fetale senza menzione di ”peso basso per l’età gestazionale”
                      Neonati non di basso peso per l’età gestazionale, che mostrano segni di malnutrizione fetale, come pelle sottile e                             secca o scarso tessuto sottocutaneo
                      Malnutrizione intrauterina
           764.9   Distrofia fetale non specificata
                      Ritardo della crescita intrauterina
765      Prematurità, immaturità e basso peso alla nascita non specificato
766      Postmaturità o macrosomia del neonato
767      Traumi ostetrici
            767.0   Emorragia subdurale e cerebrale dovuta a trauma ostetrico                
                       Emorragia subdurale e cerebrale, se descritta come dovuta a trauma alla nascita o ad anossia od ipossia intraparto
                       Ematoma subdurale (localizzato)
                       Strappo del tentorio
            767.3   Altre lesioni scheletriche dovute a trauma ostetrico
                       Frattura di cranio
            767.4   Lesione della colonna vertebrale e del midollo spinale dovute a trauma ostetrico
                       Lussazione, Frattura del midollo spinale da trauma, Lacerazione alla nascita, Rottura      
            767.5   Lesione del nervo facciale dovute a trauma ostetrico
                       Paralisi facciale
                       Trauma alla nascita SAI
768      Ipossia intrauterina e asfissia alla nascita
771      Infezioni specifiche del periodo perinatale
772      Emorragia fetale e neonatale
773      Malattia emolitica del feto o del neonato dovuta a isoimmunizzazione materno fetale
774      Altro ittero perinatale
779      Altre e mal definite condizioni morbose ad insorgenza perinatale

Torna Indietro    Torna alla Home