12/2015 PIANO NAZIONALE PER LA PREVENZIONE DELLE EPATITI VIRALI DA VIRUS B E C (PNEV)

COMUNICAZIONE N. 98

La 63° Assemblea Mondiale della Sanità, tenutasi nel maggio 2010, attraverso la Risoluzione WHA 63.18 concernente le Epatiti virali, ha riconosciuto le epatiti B e C come un rilevante problema di sanità pubblica.

Attraverso questa risoluzione, l'Organizzazione Mondiale della Sanità persegue, principalmente, l'obiettivo di rinnovare l'impegno dei Governi e la consapevolezza della popolazione, allo scopo di affrontare, attraverso azioni sinergiche ed un approccio integrato, i problemi di Sanità Pubblica correlati alle epatiti virali B e C e stimolare ulteriori  attività di controllo e prevenzione.

 

 

In ragione di quanto sopra, si è resa opportuna la predisposizione di un Piano Nazionale in merito alla prevenzione delle epatiti e delle loro sequele, da implementare nel Paese.

Nel nostro Paese, infatti, ha attualmente un notevole impatto - in termini sia di perdita di salute e qualità della vita per i soggetti colpiti e i loro familiari, sia di impegno di risorse sanitarie - l'emersione delle sequele croniche in soggetti che hanno contratto le infezioni da virus delle epatiti B e C, a partire dagli anni '60.

Il "Piano Nazionale per la prevenzione delle epatiti virali da virus B e C (PNEV)", approvato da Governo, Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano il 5 novembre 2015, rappresenta il primo documento nazionale sull'argomento e Vi invito a voler dare la massima diffusione a tale documento che Vi allego.

IL PRESIDENTE
Dr.ssa Roberta Chersevani

Roma, 17 dicembre 2015

icon Scarica il documento recante "Piano Nazionale per la prevenzione delle epatiti virali da virus B e C (PNEV)"

 

Torna Indietro    Torna alla Home