05/2019 DECRETO 17 SETTEMBRE 2018 RECANTE "ISTITUZIONE DELL'ANAGRAFE NAZIONALE VACCINI"

G.U. N. 257 DEL 05.11.2018

Si segnala che ai sensi dell'art. 4 bis del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, convertito, con modificazioni, dall'art. 1 della legge 31 luglio 2017, n. 119, è stato emanato il decreto indicato in oggetto.

Il provvedimento istituisce e disciplina il funzionamento, presso il Ministero della salute, dell'Anagrafe nazionale vaccini, con l'obiettivo di garantire, nell'ambito del monitoraggio dei programmi vaccinali sul territorio nazionale, la verifica delle coperture vaccinali in relazione al Calendario vaccinale nazionale vigente e l'elaborazione di indicatori a livello nazionale, regionale e aziendale, anche a fini comparativi.

 

Il decreto risponde alla necessità di garantire la puntuale acquisizione da parte delle autorità competenti dei dati relativi alla somministrazione delle vaccinazioni necessarie per il monitoraggio dei programmi vaccinali sul territorio nazionale, per la predisposizione degli atti di indirizzo e coordinamento in materia di prevenzione sanitaria e per l'adozione delle consequenziali misure, e inoltre all'opportunità di garantire l'espletamento puntuale delle funzioni e dei compiti amministrativi concernenti la raccolta e lo scambio di informazioni in materia di prevenzione vaccinale, ai fini del collegamento con l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), le altre organizzazioni internazionali e gli organismi comunitari.

In particolare si rileva che l'art.1, comma 4, prevede che: "nell'Anagrafe nazionale vaccini sono registrati:

  1. i soggetti vaccinati;
  2. i soggetti da sottoporre a vaccinazione;
  3. i soggetti immunizzati di cui all'art. 1, comma 2, del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73;
  4. i soggetti per i quali le vaccinazioni possono essere omesse o differite solo in caso di accertato pericolo per la salute, ai sensi dell'art. 1, comma 3, del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73;
  5. le dosi e i tempi di somministrazione delle vaccinazioni effettuate;
  6. gli eventuali effetti indesiderati."

IL PRESIDENTE
Dott. Filippo Anelli

Roma, 3 novembre 2018

Torna Indietro    Torna alla Home